Terapia ad ultrasuoni

ultrasuoni

Quello ad ultrasuoni è un trattamento fisioterapico che utilizza, a scopo curativo, vibrazioni acustiche non udibili e ad alta frequenza (superiori a 20 kHz) prodotte da un generatore di vibrazioni elettriche collegato ad un cristallo piezoelettrico. Il passaggio del fascio ultrasonico dalla testina ultrasuoni ai vari tessuti biologici è indolore e determina variazioni di pressione che comportano, a seconda della modalità (onde pulsate o onde continue), del dosaggio e della durata dell'applicazione, effetti meccanici, termici, fisico-chimici ed antalgici. L'utilizzo di questo presidio ha un notevole valore terapeutico in quanto accelera il processo di guarigione negli eventi traumatici e allevia le problematiche croniche.

 

La terapia con ultrasuoni è efficace nella cura delle patologie tendinee, legamentose e muscolari. E' altresì utilizzata in presenza di aderenze cicatriziali e patologie della pelle nonché in fenomeni di infiammazione, rigidità e degenerazione articolare. Nelle patologie acute sono sufficienti 6-8 sedute da 15 minuti l'una per apprezzare buoni risultati mentre nei problemi cronici ne occorrono almeno 10-12. Il trattamento può essere effettuato per contatto diretto o per immersione della testina ultrasuoni in acqua (indicato nel caso di terapia alle piccole articolazioni di mani e piedi). Gli ultrasuoni sono controindicati in presenza di infezioni, lesioni acute, tromboflebiti, alterazioni della sensibilità, gravidanza, soggetti in crescita.

Share by: